Sega Mega Drive

L’inizio della quarta età dell’oro dei video games, il 1988/1990 c’è da premettere che l’antagonista del Nintendo NES al contrario di come molti pensano non è il Sega Mega Drive, ma il Sega Master System una console sempre a 8-Bit, ma con 24kbyte di RAM, uscito nel 1986 un anno dopo il NES dalla Sega Corporation che anche qui come molti pensano, non è una compagnia Americna, ma è una concorrente diretta Giapponese della Nintendo, del master system ne usci anche una versione migliorata, il Master System II nel 1990, ma fu un capitolo molto breve perchè arrivò il Sega Mega Drive (Negli USA Genesis)


20 ottobre 1988

Sega Corporation entra prepotente sul mercato

Wow una console più piccola del NES, più potente con una grafica nettamente superiore e una vastià di giochi assurda rispetto al NES, questo è il Sega Mega Drive, anch’esso con periferiche come la pistola, ma anche con adattatori per usare i giochi del master systsem e all’incirca nel 1993 anche una box da collegare che lo faceva diventare a 24-bit con il Sega CD i primi giochi su disco, insomma imbattibile!


Memore del suo concorrente il NES la Sega progettò una console basta sulla scheda madre che usava per i suoi titoli Arcade in modo da poter dare la stessa identica sensazione ai giocatori di un esperienza da Sala Giochi, successo garantito, la Sega si conquistò un piedistallo nel modo Home Gameing, fece un accordo anche con l’ E.A. ( Electronic Arts) che era già stata contattata da Nintendo per la produzione di cartucce per il NES, tuttavia la E.A. era dubbiosa sul convertire i suoi giochi arcade su una console a soli 8-Bit e 5Kbyte di RAM, il Sega Mega Drive al contrario era molto più promettente con la sua architettura derivante dai Cabinet i suoi 16-Bit e ben 128Kbyte di RAM.

CURIOSITA'

La guerra tra Sega Corporation e Nintendo Entertainment System era aperta, erano i leader indiscussi del mercato, non c’erano altri concorrenti!


Dopo aver venduto oltre due milioni di unità in Giappone, Nintendo si stava preparando per lanciare sul mercato statunitense il Super Nintendo nel settembre del 1991. Sotto la guida di Tom Kalinske, già presidente della Mattel, la divisione americana di SEGA decise di rispondere alla messa in commercio della console rivale con una campagna pubblicitaria aggressiva affidata all’agenzia pubblicitaria Goodby, Berlin & Silverstein, investendo grandi risorse di budget nel 1992 e durante l’anno successivo.
Già al lancio della console negli Stati Uniti d’America uno degli slogan, ideato da Michael Kats, era “Genesis does what Nintendon’t“. Uno degli obiettivi di Kalinske era quello di puntare su un pubblico diverso, trasmettendo spot pubblicitari all’interno di show popolari quali Beavis and Butt-head o Saturday Night Live. In quel periodo viene realizzata la campagna “Welcome to the Next Level” e la creazione del “Sega Scream”, un tipico urlo che chiudeva l’enorme numero di spot realizzati.


Nel frattempo Nintendo e Sega concentrati nella loro guerra al monopolio persero di vista le altre Corporations Giapponesi, così nel 1995 la Sony fece il suo ingresso…